Metodologie di intervento

La metodologia di lavoro psicoterapeutico si rifà al modello messo a punto dal gruppo del dr. Karl Eia Asen e realizzato nell’esperienza del Marlborough Family Service di Londra. Tale modello è definito Multi-Family Therapy (MFT), in quanto opera contemporaneamente su gruppi composti da diverse famiglie.

Perchè:

La Terapia Multifamiliare dal punto di vista teorico mette insieme e combina aspetti psicodinamici e aspetti legati alla terapia sistemica.

Fondata sul mutuo scambio e sulla trasparenza comunicativa, aiuta le famiglie coinvolte ad andare al di là della loro prospettiva, utilizzando le risorse del gruppo delle famiglie con problematiche simili.

Cosa Offre:

I gruppi, costituiti da un numero di famiglie variabile da 4 a 8, possono essere aperti, permettendo così a nuove famiglie di entrare nel percorso; la durata può variare a seconda degli obiettivi prefissati, e, orientativamente prevede circa 10 incontri.

Negli incontri  si utilizzano svariati strumenti (confronti mediati dai terapeuti, esercizi, giochi, lavori in piccolo gruppo, attività della vita quotidiana) che hanno l’obiettivo di creare ponti tra le persone dello stesso nucleo e tra nuclei diversi. Tale percorso, connettendo diversi punti di vista, crea uno spazio di riflessione e di elaborazione sia a livello intergenerazionale che intragenerazionale.